La dipendenza da bar è pericolosa
Un disertore nordcoreano (20 anni) che ha visitato l'ambasciata nordcoreana in Cina a metà del 2019 per liberarsi dalla catena del traffico di esseri umani. qual è stato il suo destino? Secondo Daily NK, una fonte cinese in Corea del Nord il 14, l'incidente risale all'inverno del 2018. A quel tempo, il signor Han era […]

Un disertore nordcoreano (20 anni) che ha visitato l'ambasciata nordcoreana in Cina a metà del 2019 per liberarsi dalla catena del traffico di esseri umani. qual è stato il suo destino?

Secondo Daily NK, una fonte cinese in Corea del Nord il 14, l'incidente risale all'inverno del 2018. A quel tempo, il signor Han era pesantemente indebitato durante il contrabbando. Mentre riceveva la cosiddetta "formazione sul debito" da donjus, ha chiesto un lavoro da una controparte cinese (commerciante).

Il signor Han ha attraversato il fiume in quel modo quando il capo gli ha detto che era stato inviato come assistente alle pulizie per una ricca casa in Cina. Tuttavia, le cose non sono andate così lisce. Il luogo in cui è arrivato il signor Han era un bar, contrariamente a quanto aveva promesso.

Han, che non sapeva nemmeno parlare il cinese semplice, è stato trafficato per 10.000 yuan cinesi (1,74 milioni di RMB) ed è stato imprigionato nel seminterrato di un bar.

Ma non potevo proprio arrendermi. Il signor Han aveva una famiglia da mantenere e una città natale in cui tornare.

Han, che ha sopportato tutte le umiliazioni per 7 mesi, è finalmente scappato dall'inferno. Era l'estate del 2019.

Senza parenti o un posto dove andare, il signor Han naturalmente pensò all'ambasciata nordcoreana in Cina. Fortunatamente, 강남야구장 il numero di telefono è stato memorizzato.

Ora, pensando di tornare nella sua città natale, ha pianto e ha detto: "Vengo da Hyesan (provincia di Ryanggang). Per favore aiutami a tornare a Chosun (Corea del Nord). A casa, i miei genitori anziani stanno cucinando”, ha fatto appello.

Ma la voce al telefono era fredda. Inoltre, ha dato una risposta inaspettata. L'impiegato dell'ambasciata che ha chiesto questo ha detto: "Se vuoi andare a casa, vai alla pubblica sicurezza (stazione di polizia) e consegnati subito".

Il signor Han non capì subito. Dopo non aver parlato per un po', l'impiegato ha detto: "Anche se entri in ambasciata, ci vorrà molto tempo per tornare, quindi porta le tue spese di soggiorno. Poi ci possiamo pensare».

Sembra che l'ambasciata nordcoreana abbia stabilito che non si tratta di un obiettivo speciale attraverso i controlli dei precedenti. Questa è una chiara espressione della sua intenzione di non assumersi la responsabilità dei suoi problemi personali trattando il signor Han come un fastidio.

Il signor Han non aveva scelta. Pensava di poter essere nuovamente trafficato se si fosse prontamente fidato del sistema di pubblica sicurezza, ma non aveva soldi a portata di mano. Ho gridato "Per favore salvami", ma l'unica risposta che mi è arrivata è stata "Scegli".

A quel tempo, il proprietario del bar, insieme al suo caro amico, cercava disperatamente di catturare il signor Han in tutte le direzioni. Dopo di ciò, sono state mobilitate anche le bande e alla fine il signor Han è stato trascinato indietro in quel modo.

Una fonte ha detto: “Si dice che il signor Han sia stato aggredito mentre scappava di nuovo, ma non è chiaro se sia vivo o morto.

답글 남기기

이메일 주소는 공개되지 않습니다. 필수 항목은 *(으)로 표시합니다